La vera cooperazione ha più doveri che diritti

La vera cooperazione ha più doveri che diritti

Giovedì 4 ottobre, Fondazione Demarchi, piazza Santa Maria Maggiore, Trento, ore 17.30:

 

Dialogo tra MARINA MATTAREI (presidente della Federazione trentina della Cooperazione) e
DON ARMANDO ZAPPOLINI (presidente nazionale del Cnca)

 

Introducono e coordinano Piergiorgio Reggio (presidente Fondazione Demarchi) e Mauro Tommasini (Cnca Trentino Alto-Adige).
Con un intervento di apertura di Rossella Verga (Vice caposervizio dell’inserto settimanale “Buone notizie” del Corriere della Sera).

 

Le cooperative sono state e sono una grande conquista di democrazia economica, partecipazione popolare, giustizia sociale. Oggi sono sotto attacco, sia perché i poteri forti vorrebbero eliminare queste forme particolari di impresa economica e sociale, sia perché talune cooperative hanno tradito lo spirito dei fondatori. C’è una vera e una falsa cooperazione.
Il Cnca si è sempre battuto perché siano denunciate e contrastate la speculazione e la corruzione in ambito cooperativo; perché le cooperative, quelle sociali in primo luogo, siano fedeli ai valori etici su cui sono nate e allo spirito di servizio verso i più deboli; perché l’ente pubblico eserciti una rigorosa funzione di controllo e valorizzi le vere cooperative.
Un futuro economicamente e socialmente più umano ha bisogno di più cooperazione e di meno individualismo. La cooperazione è il futuro, non il passato.